Tra Pilates e Posturale c’è una bella differenza

BLOG FITNESS FAKTORY

Tra Pilates e Posturale c’è una bella differenza

14/ 12/ 2020

Fitness Faktory - Pilates e Posturale - dicembre 2020

Il pilates:

allena i muscoli profondi e sfrutta la respirazione toracica per sostenere il corpo durante l'allenamento. Dinamico e tonificante, ha la finalità di modellare il corpo e rafforzare i muscoli pelvici, addominali, dorsali, le spalle, gli arti inferiori e superiori, i pettorali. La tecnica, che combina controllo del corpo, respirazione e rilassamento, aiuta ad accrescere la forza, a sviluppare elasticità e flessibilità, donando maggiore consapevolezza del corpo migliorando equilibrio e postura.

La ginnastica posturale:

è un insieme di esercizi volti a ristabilire l'equilibrio muscolare, allena spesso solo i muscoli superficiali della schiena e si serve della respirazione addominale per rilassare e allungare i muscoli. Certamente un tipo di ginnastica diversa da quella a cui siamo abituati. Richiede un livello di attenzione molto alto e l'esecuzione degli esercizi deve essere lenta: svolgere gli esercizi, infatti, non significa altro che compiere un movimento di coscienza del nostro corpo, di quali muscoli devono lavorare, di quali sono le posizioni corrette da assumere. La difficoltà della ginnastica posturale è raggiungere una specifica posizione del corpo con una determinata postura.

Principali differenze:

Il pilates allena i muscoli profondi, mentre la ginnastica posturale spesso solo i muscoli della schiena superficiali.
Nel Pilates è molto importante la respirazione postero-laterale, per sostenere il corpo durante l’allenamento. Nella ginnastica posturale, invece, la respirazione addominale aiuta a rilassare i muscoli e, di conseguenza, ad allungarli.

Conclusioni:

È particolarmente importante la combinazione di Ginnastica Posturale e Pilates per una schiena forte ed un atteggiamento sano.